ALBERICO

giugno 19th, 2013 Commenti disabilitati

ALBERICO
di Rocco Lombardi

Alberico-cover - web

 € 8.00
(spese di spedizione € 3.00)



Formato: 16,8×24
Pagine: 40
Prezzo: 8 euro
ISBN: 9788897980117

UN’EPICA BATTAGLIA SENZA PAROLE TRA LO SPAZIO VITALE
DI ALBERICO E LA SPECULAZIONE EDILIZIA. UNA FAVOLA ECOLOGICA
CHE RACCONTA METAFORICAMENTE LA LOTTA CONTEMPORANEA
PER DIFENDERE UN PARCO, UN FAZZOLETTO DI PRATO,
E CHE CONFERMA IL TALENTO VISIONARIO DI ROCCO LOMBARDI,
COAUTORE ANCHE DI “CAMPANA”

L’avrebbe potuta raccontare a parole Italo Calvino l’epopea di Alberico: come il barone rampante ha casa in un albero, è un essere ibrido, un antenato contemporaneo. Il protagonista di questo racconto lungo senza parole porta la maschera, come molti dei manifestanti che difendono il diritto glocale di continuare ad abitare la natura. Eppure tutto questo non esaurisce l’affabulazione di una storia che ha qualcosa di primigenio, e può essere letta, guardata sia dagli adulti che dai bambini, che nella costruzione sapiente della sequenza, non aggredita dal linguaggio verbale, possono costruire la loro narrazione, scoprire collegamenti, diventare anche loro piccoli Alberico che vincono la battaglia, e appendono la maschera. Rocco Lombardi si conferma, alla sua terza prova sul racconto lungo, un narratore per immagini concrete e sintetiche, che costruiscono orizzonti. Uno story teller che possiede la rara capacità di parlare un linguaggio familiare ed evocativo.

Rocco Lombardi (Formia 1973) è un disegnatore del collettivo di G.I.U.D.A per cui ha pubblicato “Campana”, realizzato insieme a Simone Lucciola, originale Graphic Novel sul poeta Dino Campana. Proviene dal mondo dei writer e dell’Hardcore. Con Simone Lucciola ha dato vita a Lamette Comics. Pubblica fumetti e illustrazioni dal 2001. Insieme a Marina Girardi costruisce laboratori di fumetto e disegno per bambini ed adulti utilizzando metodologie inusuali e performative.

Booktrailer

Alberico Trailer 720p from Rocco Lombardi on Vimeo.

Premi

Rocco Lombardi vince il Premio Boscarato 2013  come MIGLIOR DISEGNATORE ITALIANO – leggi

Recensioni

La ballata di Alberico che vuole fermare il cemento di Alberto Sebastiani su RSERA, 27settembre 2013 – leggi
Rocco Lombardi presenta Alberico di Giada Peterle su Sherwood Comics, 6 novembre 2013 – leggi
Note a margine di Alberico di Ivano Porpora su La Nottola di Minerva, 14 novembre 2013 – leggi
“ALBERICO”, IL FUMETTO DI ROCCO LOMBARDI di Emanuela Del Frate su XL-La Repubblica, 25 novembre 2013 – leggi

 

 

NOVITA’: Alberico di Rocco Lombardi

giugno 12th, 2013 Commenti disabilitati

In uscita a giugno 2013 il nuovo lavoro di Rocco Lombardi, Alberico (GIUDA edizioni, 2013), in occasione della mostra a Padova, Libreria Pangea.

albericoCover

“Alberico vive tra le fronde dell’ultimo albero risparmiato dalla città pianeta. Spazza i rami dalle polveri, parla con gli animali che popolano l’albero, il suo tambureggiare tenta di comunicare alla città oscuri presagi. Una storia densa di simboli arcaici sullo sfondo di una realtà futuribile. Immagini in bianco e nero che raccontano la fine e l’inizio, l’apocalisse e la speranza.”

In uscita per Giuda edizioni, in anteprima e in mostra le tavole originali del libro: Venerdi 14 Giugno 2013 ore 18.00 presso la libreria Pangea a Padova in via Solferino e S.Martino 106

CAMPANA IN MINORE

marzo 18th, 2013 Commenti disabilitati

CAMPANA TRA FUMETTO, MUSICA E POESIA
con Rocco Lombardi e Luca Falorni 

VENERDI 22 MARZO
Spazio B**K

Presentazione di Campana, graphic novel di Simone Lucciola e Rocco Lombardi (GIUDA 2011)
Omaggio a uno dei poeti più grandi e maledetti del Novecento italiano.

“Campana in Minore”
Readings dalle opere minori di Dino Campana

Luca Falorni – letture
Daniele Corazza suoni

Locandina, CAMPANA IN MINORE

Dino Campana (1885/1938) Poeta italiano visionario quanto geniale, autore di uno dei capolavori poetici della letteratura italiana del XX secolo, i Canti Orfici, stampato in proprio nel 1914, ripubblicato solo quando l’autore era chiuso ormai da anni in manicomio, dove morì pochi giorni prima di essere liberato.

Campana vaga a piedi per la Toscana e per l’Europa, gira per le città come un vagabondo, ma impara le lingue nelle biblioteche,il francese leggendo Rimbaud in Francia, il tedesco leggendo Freud in Austria. Campana rappresenta, senza alcun dubbio, una delle esperienze poetiche più pure, libere, musicali ed importanti del novecento poetico italiano, in lui le esperienze futuriste, crepuscolari, il funambolismo metrico dannunziano arrivano ad incontrare, in una sintesi lacerata sebbene geniale, l’esperienza visionaria del grande decadentismo europeo, soprattutto quello francese dei grandi “maudits”.

Perchè leggere le poesie cosiddette “Minori”? Un po’ perché sono meravigliose, un po’ perché I “Canti Orifici” sono un miracolo (anche per come sono nati) : leggerli bene non è nè semplice nè breve. Non scherziamo.

 

LINEA DURAND, Verona

febbraio 19th, 2013 Commenti disabilitati

locandina2marzoBocuVerona-Web

Sabato 2 marzo 2013, ore 18

Bocù Libreria Vicolo Samaritana – Galleria Mazzini 1/B, Verona
tel. 045.59.68.56 | www.boculibreria.com

LINEA DURAND

Presentazione di G.I.U.D.A. Vol. IV (Giuda edizioni, Ravenna 2012).
Incontro con Nicolò Pellizzon (disegnatore) e Marco Lobietti (sceneggiatore).

Per attraversare la Linea Durand – così è chiamato il confine tra Afghanistan e Pakistan – occorre percorrere la stretta gola del Khyber Pass, un antico passo di montagna disputato, conteso, mai completamente pacificato. Per raccontarne la storia secolare, i disegnatori e autori di G.I.U.D.A. scelgono di farsi accompagnare lungo la via da Alighiero Boetti, l’artista italiano le cui mappe in forma di arazzo, oggi esposte nei maggiori musei del mondo, furono realizzate dalle ricamatrici di Kabul. Il racconto immaginario del viaggio di Boetti lungo il sentiero afghano è al centro del nuovo numero di G.I.U.D.A., rivista a fumetti, graphic novel collettiva, ma anche libro d’arte per l’approccio singolare alla narrazione-visione che utilizza il disegno, l’immagine e la geografia come terreno di ricerca. A presentare l’inedito incontro tra fumetto, cartografia e geografie sentimentali sono chiamati Nicolò Pellizzon, disegnatore e fumettista collaboratore della rivista e Marco Lobietti, sceneggiatore e cartografo dilettante per la casa editrice Giuda edizioni.

INFO/BIOGRAFIE
G.I.U.D.A. è l’acronimo di Geographical Institute of Unconventional Drawing Arts, rivista a fumetti, graphic novel collettiva, ma anche libro d’arte per l’approccio singolare alla narrazione-visione che utilizza il disegno, l’immagine e la geografia come terreno di ricerca. Fulcro di ciascun volume della rivista sono quindi la storia dei luoghi e le geografie sentimentali, spunti su cui interviene un gruppo fisso di disegnatori: Armin Barducci, Gianluca Costantini, Darkam, Ciro Fanelli, Angelo Mennillo, Rocco Lombardi, Nicolò Pellizzon, Liliana Salone, Alice Socal. Collaborano inoltre Marco Lobietti e Elettra Stamboulis.

NICOLÒ PELLIZZON nasce a Verona nel 1985. È autore di fumetti, illustratore e videomaker. Ha pubblicato sulle riviste “ANIMAls”, “WATT”, “Delebile”, “Shinigami” e sulla lettone “Kuš!”. Collabora con il collettivo G.I.U.D.A. ed è presente sull’antologia Ten Steps Until Nothing (Teiera). Ha anche realizzato il manifesto del festival MIAMI 2012. Le sue opere sono state in mostra a Minneapolis, Bologna, Milano, Ravenna e Barcellona. Nel novembre 2012 è uscito il suo primo libro: Lezioni di anatomia per l’editore GRRRzetic.

Evento su Facebook

ANTEPRIMA

L’anteprima sfogliabile presenta un numero limitato di pagine.

 

 

copertinaGIUDA-004

G.I.U.D.A. volume IV – AA.VV.
ISBN: 9788897980049 – € 10

DA ALIGHIERO BOETTI AL MULLAH OMAR, ATTRAVERSO LA STRETTA GOLA DEL KHYBER PASS. IL RACCONTO DEGLI AUTORI/DISEGNATORI DI G.I.U.D.A. ATTRAVERSA L’ANTICO PASSO MAI COMPLETAMENTE PACIFICATO SUL CONFINE CHE TAGLIA IN DUE LA TERRA DEI PASHTUN.

A cura di
Gianluca Costantini

Disegnatori:
Armin Barducci, Mara Cerri, Gianluca Costantini, Darkam, Ciro Fanelli, Magda Guidi, Rocco Lombardi, Angelo Mennillo, Nicolò Pellizzon, Alice Socal, Liliana Salone.

Cartografia e parole:
Marco Lobietti

Frammenti estetici del tradimento

febbraio 3rd, 2013 Commenti disabilitati

Frammenti estetici del tradimento

A cura di Elettra Stamboulis e Gianluca Costantini
in mostra a Galleria Mirada

INAUGURAZIONE
giovedì 14 febbraio, ore 18.00

GALLERIA MIRADA
via Mazzini, 83 – Ravenna

Galleria Mirada riprende l’attività espositiva presso la propria sede (via Mazzini, 83 – Ravenna) organizzando per il 2013 una serie di mostre che mettono a fuoco in particolare il collettivo artistico legato a G.I.U.D.A. Edizioni, marchio editoriale di Associazione Mirada.

La prima mostra in programma inaugura giovedì 14 febbraio con in esposizione i lavori appositamente realizzati per l’occasione da Mara Cerri, Gianluca Costantini, Pino Creanza, Ciro Fanelli, Darkam, Marina Girardi, Magda Guidi, Elena Guidolin, Rocco Lombardi, Simone Lucciol, Virginia Mori, Valentina Paci, Nicolò Pellizzon, Liliana Salone, Alice Socal, Squaz, tracciamenti. 

Il filo conduttore della mostra è il tradimento e in particolare il tradimento amoroso: tema scelto non solo per affinità dialettica con il giorno di San Valentino, ma soprattutto per richiamare gli intenti poetici da cui è nata la rivista G.I.U.D.A. – acronimo di Geographical Institute of Unconventional Drawing Arts – ossia il “tradimento” delle immagini, del fumetto, della sequenza e della narrazione, dell’autorialità come recinto rassicurante. Il disegno è sempre un tradimento dell’originale, una personale rivisitazione e una ricreazione. L’ispirazione alla cartografia ed alla geografia che percorre le storie presenti nei volumi di G.I.U.D.A. sottenderà anche questa mostra in cui sarà possibile ripercorrere alle pareti storie di luoghi e geografie sentimentali.

Senza tradimento non ci sarebbe storia, viene da dire.
Saramago, in linea con i vangeli apocrifi, vedeva in Giuda Iscariota il motore attraverso il quale Gesù si poteva rivelare. Per non parlare di Shakespeare e Machiavelli che hanno indagato e interrogato l’arte del tradire. Negli affari di cuore, ma anche in politica, il “buon uso del tradimento” può avere un valore creativo e di liberazione. Occorre però resistere al conformismo, occorre che traditi e traditori “abbiano fermo il cuor nel petto”, cioè diano prova di quel coraggio che spazza via le ipocrisie dei moralisti d’ogni colore.

Sarà possibile comprare gli originali, oppure portare a casa un’originale valentina stampata e chi vorrà, potrà inoltre lasciare in galleria il suo personale commento o pensiero sul tema del tradimento.

ORARI MOSTRA
Sarà possibile visitare la mostra fino al 3 marzo 2013, mercoledì dalle 10 alle 13 e dal venerdì alla domenica dalle 15 alle 19 (altri orari su appuntamento)

DOWNLOAD INVITO
Frammenti estetici del tradimento

EVENTO FACEBOOK
https://www.facebook.com/events/336729136440047/

PER INFO
Associazione Mirada
Via Mazzini 83 Ravenna
Tel +39 0544 217359
info@mirada.it
http://www.mirada.it/
http://www.giudaedizioni.it/

A Itri! A Itri!

dicembre 17th, 2012 Commenti disabilitati

Cineteca Atomica Garigliano presenta

Mu.vi.ment.s. Festival #8
Music Vision Mental Silence

28-29 dicembre 2012 – Castello Medievale di Itri (Lt)

GIUDA edizioni anche quest’anno partecipa a Mu.vi.ment.s grazie alla collaborazione con Lamette Comics nella persona di Rocco Lombardi e Simone Lucciola. Troverete i nostri libri in vendita durante le giornate del festival al Castello Medievale di Itri. Ecco tutto il programma della due giorni.

Ecco l’immagine realizzata da Rocco Lombardi per il Muviments di quest’anno. Quest’anno al  Festival di musica, visioni e silenzi. L’immagine è tagliata per il manifesto, se tutto va bene potrete vederla per intero in altra veste. Quest’anno per Burp! Fumetti in pasto ai coccodrilli, la sezione fumetto e illustrazione curata con Lamette comics, gli ospiti sono Silvia Rocchi, Elena Rapa, Laura Nomisake, Marina Girardi. Un workshop, una presentazione e una grande mostra, il tutto nel già polposo programma musicale. Se siete in zona non potete non esserci, se siete lontanucci vale la pena farci un pensiero. Muviments è a cura della C.A.GA. che gestisce anche la Brigadisco records.

Avere fame di vento

novembre 21st, 2012 Commenti disabilitati

Presentazione di G.I.U.D.A. Vol. IV

Incontro con i disegnatori Rocco LombardiLiliana Salone e Marco Lobietti e la partecipazione di Lorenza Pignatti.

Venerdì 30 novembre, ore 19
alla Libreria Modo Info Shop
(Via Mascarella 24/b 40126 Bologna)

Il racconto della fuga dell’artista Alighiero Boetti da Kabul attraverso il Khyber Pass è al centro del nuovo numero della rivista G.I.U.D.A., acronimo di Geographical Institute of Unconventional Drawing Arts, rivista a fumetti, graphic novel collettiva, ma anche libro d’arte per l’approccio singolare alla narrazione-visione che uti­lizza il disegno, l’immagine e la geografia come terreno di ricerca. L’incontro dei disegnatori e autori di G.I.U.D.A. con l’opera di Alighiero Boetti, le cui mappe del mondo ricamate su tele e tessuti sono tra le esperienze artistiche più significative e in generale l’interesse che l’artista ha sempre avuto per geopolitica e territori di confine costituiscono lo spunto principale per una riflessione sulle pratiche cartografiche in ambito artistico. All’incontro partecipa Lorenza Pignatti, studiosa di arte contemporanea e cultura visuale, curatrice del libro Mind the Map. Mappe, diagrammi e dispositivi cartografici (Postmedia Books, Milano 2011).

INFO/BIOGRAFIE

G.I.U.D.A. è l’acronimo di Geographical Institute of Unconventional Drawing Arts, rivista a fumetti, graphic novel collettiva, ma anche libro d’arte per l’approccio singolare alla narrazione-visione che uti­lizza il disegno, l’immagine e la geografia come terreno di ricerca. Fulcro di ciascun volume della rivista sono quindi la storia dei luoghi e le geografie sentimentali, spunti su cui interviene un gruppo fisso di disegnatori: Armin Barducci, Gianluca Costantini, Darkam, Ciro Fanelli, Angelo Mennillo, Rocco Lombardi, Nicolò Pellizzon, Liliana Salone, Alice Socal. Collaborano inoltre Marco Lobietti e Elettra Stamboulis.

Lorenza Pignatti è docente del corso di Fenomenologia dell’arte contemporanea alla Nuova Accademia di Belle Arti di Milano. Ha insegnato alla Supsi (Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana) di Lugano e all’Università di Urbino. Ha curato il libro Mind the Map. Mappe, diagrammi e dispositivi cartografici, e Errore di sistema. Teoria e pratiche di Adbusters (Giangiacomo Feltrinelli Editore) insieme a Franco “Bifo” Berardi e Marco Magagnoli.  Ha curato la retrospettiva del regista spagnolo Pere Portabella al Festival Internazionale del Nuovo Cinema di Pesaro e ha curato la rassegna sull’archivio filmico della memoria familiare Home Movies per neon>campobase di Bologna. Ha collaborato con ART for The World Europe per il progetto Fiteiro Cultural dell’artista Fabiana de Barros, ed è stata selezionatrice del Festival Fair Play – Film & Video Award di Berlino. Collabora con “D la Repubblica” e con magazine d’arte nazionali e internazionali tra cui No Order, Art in a Post-fordist Society.

 

AA.VV.

G.I.U.D.A. volume IV

ISBN: 9788897980049  –  € 10

Giuda Edizioni, ott.2012

DA ALIGHIERO BOETTI AL MULLAH OMAR, ATTRAVERSO LA STRETTA GOLA DEL KHYBER PASS. IL RACCONTO DEGLI AUTORI/DISEGNATORI DI G.I.U.D.A. ATTRAVERSA L’ANTICO PASSO MAI COMPLETAMENTE PACIFICATO SUL CONFINE  CHE TAGLIA IN DUE LA TERRA DEI PASHTUN.

Per attraversare la Linea Durand – così è chiamato il confine tra Afghanistan e Pakistan – occorre percorrere la stretta gola del Khyber Pass. È un antico passo disputato, conteso, mai completamente in pace, incorporato in imperi e stati e sempre sfuggito al controllo anche delle massime potenze. Itinerario imprescindibile degli eserciti alla conquista dei tesori dell’Hindustan, cerniera tra le civiltà euro-asiatiche e quella indiana, il Khyber Pass è la via che unisce e divide Kabul e Peshawar. Per raccontarne la storia secolare, i disegnatori e autori di G.I.U.D.A. scelgo­no di farsi accompagnare lungo la via da Alighiero Boetti, l’artista italiano le cui mappe in forma di arazzo, oggi esposte nei maggiori musei del mondo, furono realizzate dalle ricamatrici di Kabul. Nei giorni immediatamente successivi all’invasione sovietica dell’Afghanistan, Alighiero Boetti è costretto ad abbandonare la capitale afghana per trasferire la produzione degli arazzi oltre confine. Inizia quindi un viaggio durante il quale Boetti non potrà fare a meno di confrontarsi con quel paesaggio aspro e livido che è stato testimone silenzioso della vita di guerrieri, traditori, poeti, di antichi e nuovi profeti. Gli uomini delle tribù patane del Khyber Pass controllano dalle alture il passaggio della lunga colonna di profughi. I fucili non servono solo a fare scena.

Completano il quarto volume, “Antoine Doinel”, l’omaggio alla celebre sequenza finale de I 400 Colpi di Fran­cois Truffaut disegnato da Mara Cerri e Magda Guidi e il quarto episodio di “Ernesto”, storia allegorica senza lieto fine disegnata da Ciro Fanelli. Concludono il volume il nuovo capitolo di “Piccola Gerusalemme”, storia disegnata da Angelo Mennillo su sceneggiatura di Elettra Stamboulis, dedicato alla città di Salonicco, terra di incontri e scontri tra l’oriente e l’occidente, e “Iz Catalog Ex Area” la galleria delle illustrazioni a matita di Liliana Salone, magnifici rebus disegnati da un’immaginazione labirintica.

 

GIUDA Vol. IV

A cura di Gianluca Costantini
Disegnatori: Armin Barducci, Mara Cerri, Gianluca Costantini, Darkam, Ciro Fanelli, Magda Guidi, Rocco Lombardi, Angelo Mennillo, Nicolò Pellizzon, Alice Socal, Liliana Salone.
Cartografia e parole: Marco Lobietti

COMBAT COMICS, microfestival del fumetto di denuncia e realtà

novembre 14th, 2012 Commenti disabilitati

Questo fine settimana a Livorno si svolge COMBAT COMICS Microfestival sul fumetto di denuncia e realtà presso Teatrofficina Refugio- scali del refugio, 8.
Al festival GIUDA edizioni sarà presente con le proprie produzioni. Inoltre Sab 17 Simone Lucciola e Rocco Lombardi presentano al pubblico il volume “CAMPANA” (Giuda edizioni, 2011).

 

Il fumetto per molti è ancora sinonimo di evasione dalla realtà. Eppure l’affermarsi del giornalismo a fumetti, delle graphic novel a tema storico e scientifico, e il successo delle tante biografie a vignette ci dicono altro. Negli ultimi anni la nona arte sembra vivere una vera e propria epoca d’oro, come non succedeva in Italia dagli anni ‘80, imponendosi come uno dei linguaggi più capaci di raccontare la società in cui viviamo, in modo a volte ironico ed altre spietato, ma sempre forte di un’indipendenza e di una libertà di parola che altri mezzi espressivi le invidiano. Autori underground imprigionati un tempo dentro un mercato di nicchia, autoproduzioni nate in seno ai movimenti, fumetti di denuncia e fieramente schierati, grazie alla rete, riescono improvvisamente a parlare a tanti, tantissimi. Combat Comics presenta le ultime fatiche dei protagonisti di questa rivoluzione, con la convinzione che il fumetto, oggi più che mai, serva non solo per raccontarla e capirla, questa realtà, ma anche e soprattutto per cambiarla.

COMBAT COMICS prima edizione, ecco tutto il programma!

GIOVEDI’ 15
17.30_silvia rocchi_ “ci sono notti che non accadono mai [canto a fumetti per alda merini]”
18.30_manfredi giffone_”un fatto umano [storia del pool antimafia]”
19.30_tuono pettinato_”enigma [la strana vita di alan turing]”
21.30_caluri&pagani_”nirvana [gira la ruota e vivi un'altra vita]”
22.30_anteprima “moonrise kingdom” di wes anderson

VENERDI 16
18:00_Lo-fi comics + antifa!nzine_ autoproduzioni a confronto
19.00_akab_”come un piccolo olocausto”
22.00_[bart] cosmetic_acoustic live

SABATO 17
18.00_simone lucciola & rocco lombardi_”campana”
19.00_alberto pagliaro_”i figli della schifosa” + “la mano”
21.30_frusciante vs licaoni_”la coscienza politica dei supereoi”

DOMENICA 18
22.00_mandrake in concerto_live acustico

esposizioni e visioni di akab_silvicius_fecciax_tacco_e molti altri!
_CombatComicsContest_
_live painting degli autori_
_e a sorpresa l’ospite misterioso!_

COMBAT COMICS _microfestival sul fumetto di denuncia e realtà_ prima edizione
15.16.17.18. novembre duemiladodici
TEATROFFICINA REFUGIO scali del refugio 8, livorno

Campana a FAENZA per Komikazen De Faiance

novembre 5th, 2012 Commenti disabilitati

Nell’ambito degli incontri di KOMIKAZEN DE FAIANCE sabato 10 novembre alle ore 20 presso “Nove100 caffè, libri e sangiovese”  (Corso Mazzini 69A, FAENZA) presentazione del libro “Campana” di Simone Lucciola e Rocco Lombardi. All’incontro insieme agli autori interverrà anche il Prof. Stefano Drei, docente del Liceo Classico Torricelli e studioso di Dino Campana.

Komikazen, festival internazionale del fumetto di realtà alla sua ottava edizione,dopo Bologna e Ravenna migra anche a Faenza. Eventi conviviali, performance, presentazione di libri e mostre per rappresentare una realtà sempre più fragile e spesso falsificata da media apparentemente più “reali”. Per maggiori informazioni visita il sito ufficiale

 

Anteprima

GIUDA Vol. IV

ottobre 15th, 2012 Commenti disabilitati

€ 10.00
(spese di spedizione € 3.00)




Collana: fuori collana
Formato: 20×26
Pagine: 64
Prezzo: 10 euro
ISBN: 9788897980049

A cura di Gianluca Costantini

Disegnatori: Armin Barducci, Mara Cerri, Gianluca Costantini, Darkam, Ciro Fanelli, Magda Guidi, Rocco Lombardi, Angelo Mennillo, Nicolò Pellizzon, Alice Socal, Liliana Salone.
Cartografia e parole: Marco Lobietti

DA ALIGHIERO BOETTI AL MULLAH OMAR, ATTRAVERSO LA STRETTA GOLA DEL KHYBER PASS. IL RACCONTO DEGLI AUTORI/DISEGNATORI DI G.I.U.D.A. ATTRAVERSA L’ ANTICO PASSO MAI COMPLETAMENTE PACIFICATO SUL CONFINE CHE TAGLIA IN DUE LA TERRA DEI PASHTUN.

Per attraversare la Linea Durand – così è chiamato il confine tra Afghanistan e Pakistan – occorre percorrere la stretta gola del Khyber Pass. È un antico passo disputato, conteso, mai completamente in pace, incorporato in imperi e stati e sempre sfuggito al controllo anche delle massime potenze. Itinerario imprescindibile degli eserciti alla conquista dei tesori dell’Hindustan, cerniera tra le civiltà euro-asiatiche e quella indiana, il Khyber Pass è la via che unisce e divide Kabul e Peshawar. Per raccontarne la storia secolare, i disegnatori e autori di G.I.U.D.A. scelgono di farsi accompagnare lungo la via da Alighiero Boetti, l’artista italiano le cui mappe in forma di arazzo, oggi esposte nei maggiori musei del mondo, furono realizzate dalle ricamatrici di Kabul. Nei giorni immediatamente successivi all’invasione sovietica dell’Afghanistan, Alighiero Boetti è costretto ad abbandonare la capitale afghana per trasferire la produzione degli arazzi oltre confine. Inizia quindi un viaggio durante il quale Boetti non potrà fare a meno di confrontarsi con quel paesaggio aspro e livido che è stato testimone silenzioso della vita di guerrieri, traditori, poeti, di antichi e nuovi profeti. Gli uomini delle tribù patane del Khyber Pass controllano dalle alture il passaggio della lunga colonna di profughi. I fucili non servono solo a fare scena.

Completano il quarto volume, “Antoine Doinel”, l’omaggio alla celebre sequenza finale de I 400 Colpi di Francois Truffaut disegnato da Mara Cerri e Magda Guidi e il quarto episodio di “Ernesto”, storia allegorica senza lieto fine disegnata da Ciro Fanelli. Concludono il volume il nuovo capitolo di “Piccola Gerusalemme”, storia disegnata da Angelo Mennillo su sceneggiatura di Elettra Stamboulis, dedicato alla città di Salonicco, terra di incontri e scontri tra l’oriente e l’occidente, e “Iz Catalog Ex Area” la galleria delle illustrazioni a matita di Liliana Salone, magnifici rebus disegnati da un’immaginazione labirintica.

 

ANTEPRIMA

L’anteprima sfogliabile presenta un numero limitato di pagine.

Che ci faccio io qui?

Sei arrivato a rocco lombardi in G.I.U.D.A – Giuda Edizioni.